Fuoco e acqua - Andrew Grey

Finalmente sono riuscita a leggere questo libro! Era da secoli nella mia Tbr, mi ispirava un sacco tanto da averlo pure recuperato su Amazon in inglese durante una promozione lampo eppure per mille motivi non l'ho mai iniziato. Essendo uscito in italiano... potevo lasciarmelo scappare? Ovviamente NO!

La storia mi ha preso fin da subito, l'ho trovata originale e abbastanza verosimile, una storia d'amore che mixa alla perfezione smut, fluff e un po' di angst nei momenti giusti. Fin da subito ho adorato i protagonisti, Terry con la sua fragilità e paura di soffrire dopo la brutta esperienza con l'ex stronzo e Red, un poliziotto dal cuore buono che soffre per il suo passato, per quel terribile incidente che gli ha portato via i genitori lasciandolo ricco di cicatrici e dolore, un uomo che farebbe di tutto per salvare il mondo e soprattutto il compagno ma che vive nel terrore di non essere abbastanza, di non poter essere degno di Terry e della sua bellezza. Ho trovato adorabile il loro rapporto, come i due uomini riescono in poco tempo a conoscersi e soprattutto ad aiutarsi a vicenda curando uno le ferite dell'altro. Una coppietta adorabile e dolcissima. Andrew Grey è riuscito a trasmettere le emozioni e i sentimenti dei due giovani e ho desiderato per tutto il romanzo abbracciarli e consolarli... soprattutto Terry che dopo essermi inizialmente apparso come uno stronzo odioso e privo di tatto si è rivelato in realtà una brava persona, che riesce all'occorrenza a mettere da parte la sua superficialità focalizzandosi non solo sulla bellezza esteriore ma anche su quella interiore, riuscendo a dare a Red l'occasione di conoscerlo, senza preoccuparsi delle cicatrici o del suo passato ma semplicemente amandolo senza pregiudizi. I protagonisti sono caratterizzati alla perfezione e anche la storia che accompagna la nascita del loro amore è curata molto bene, essendo Red un poliziotto infatti l'autore ha deciso di rendere il romanzo non solo un romance ma anche un vero e proprio giallo, il nostro dolce poliziotto infatti si ritrova non solo a dover fare i conti con i suoi sentimenti per il bel bagnino ma anche tentare di difendere l'innamorato dal suo ex stalker e scoprire chi sta causando problemi in città spacciando una droga letale e che sta uccidendo moltissime persone. Oltre a questi elementi l'autore non si è dimenticato di caratterizzare i personaggi secondari e amici della coppietta regalandoci ad esempio la zia più dolce e simpatica dell'universo! Zia Margie è il mondo, la zia dolce come il miele, buffa e un po' maniaca che tutti vorremmo avere, una donna forte che ha cresciuto il nipote con amore, proteggendolo e spingendolo a seguire il suo cuore, una dolce vecchietta che per prima riesce a notare il feeling tra il nipote e il bagnino e che coglie la palla al balzo per fare da Cupido alla prima occasione, spingendo Red ad aiutare e proteggere Terry. Andrew Grey è riuscito in neanche 200 pagine a raccontarci la storia di Red e Terry ma anche quella dei loro amici e dei poliziotti Carlisle e della loro lotta al crimine riuscendo a regalarci un racconto dolce, tenero, coinvolgente e piccantello. Ovviamente ci sono dei difetti... primo fra tutti proprio la scelta di scrivere il tutto in neanche 200 pagine, nonostante Andrew Grey sia stato abilissimo a non lasciare troppi buchi di trama continuo a pensare che anche solo 50 pagine in più avrebbero giovato soprattutto per la relazione tra Terry e Red. Troviamo infatti all'inizio un Terry stronzetto, il classico adone che pensa di essere il più bello dell'universo, un ragazzetto piuttosto insensibile tanto da non preoccuparsi di commentare l'aspetto di Red con l'amica senza neanche sforzarsi di notare la presenza dell'uomo accanto a lui e lasciandosi andare a frasi come "Io al suo posto morirei!!" e che si offende a morte quando viene ripagato con la sua stessa moneta, soffrendo come un cane in autostrada per essere stato definito (giustamente) un superficiale da due sconosciuti. Un personaggio che nel giro di due paginette diventa un santone, buono e gentile, un uomo che non si fa alcun problema ad avvicinarsi a Red dopo averlo trattato di merda, che dispensa frasi ad effetto su come il poliziotto sia bello dentro e bla bla bla. Ho trovato questo cambiamento fin troppo rapido e un po' forzato, ho capito il bisogno di farlo cambiare e l'importanza di sottolineare come lui sia superficiale solo a metà, come abbia iniziato già a cambiare quando ha lasciato James, allontanandosi dalla sua falsità e meschinità e preferendo una vita umili piuttosto che una circondata da cose belle ma false però... visto l'inizio "burrascoso" ci sono rimasta un po' male. Idem per la scelta di sbatterci in faccia fin da subito l'incidente di Red.... l'ho trovata una scelta un po' troppo forzata e una sorta di molla per spingere Terry tra le braccia dell'agente con la scusa del "Sei bello dentro perchè sei un sopravvissuto" la verità è che avrei preferito che l'incidente fosse raccontato a Terry solo DOPO essersi messi insieme, magari durante un litigio? O un momento importante tra i due oppure... avrei preferito che Red non fosse proprio un sopravvissuto ma magari un tizio a caso che come tanti ha fatto il coglionazzo sfregiandosi la faccia senza per forza essere il teenager che è sopravvissuto. Avrei preferito un agente di polizia meno complessato e traumatizzato dal mondo. Avrei voluto uno slow burn, concentrandosi magari nella prima parte sul giallo della droga e dell'ex di Terry e solo nella seconda sulla loro relazione... lasciando che fossero i vari eventi a spingerli uno tra le braccia dell'altro dopo essersi capiti e conosciuti senza un "Sei bravo e bello dentro e buono, mi sono sbagliato e sono stato superficiale... ma.... si scopiamo" "Ah... ok. Sei bello e buono anche tu e ti perdono per aver detto alla tua amica che avresti preferito morire piuttosto che essere come me <3" e dichiararsi amore eterno dopo 3 giorni appena di conoscenza e scopate selvagge. (view spoiler) ... elementi che mi hanno fatto un po' storcere il naso ma che non mi hanno comunque impedito di apprezzare il libro che rimane a mio avviso consigliato. Essendo breve ovviamente non aspettatevi chissà che giallo poliziesco, diciamo che la storia è più un'escamotage per mostrarci la nascita della love story tra Terry e Red quindi se siete amanti dei polizieschi ben fatti potrete rimanere delusi e non amarlo quanto me, se invece cercate un romance dolcetto ed erotico che non si basa solo sul sesso ma che cerca di dare un messaggio positivo raccontandoci anche qualcosa di più sui protagonisti e sulla loro vita... leggetelo senza problemi che non ne rimarrete delusi!