Silence - Lucrezia

Ok... che dire... 
Ho iniziato a leggere questa serie... secoli fa praticamente... qualche anno fa e ammetto che non mi faceva impazzire. Non tanto per la caratterizzazione del mondo fantasy che ho sempre trovato molto affascinante, con questo popolo, i Nalee, un popolo venuto per aiutare/conquistare i terrestri, con tutta la sua storia e cultura bensì... per la scelta della "famosa" prigionia erotica al limite del creepy e che prevede di legare il caro e dolce partner e stordirlo con il seXXX per spingerlo ad ammettere il suo amore avendo i Nalee la certezza che un compagno sia la sua anima gemella avendo quest'ultimo la "capacità" di far battere il secondo cuore del Nalee, secondo cuore che batte solo per amore (Awww la dolcezza <3), una prigionia caratterizzata dal delirio della passione e che mi ha sempre fatto un po' sorridere e allo stesso tempo inquietare... vorrei infatti vedere voi strappati dai vostri letti e incatenati con un essere blu che vi trastulla allegramente.
Questa scelta non mi ha mai entusiasmato motivo per cui all'epoca avevo interrotto la lettura al quarto capitolo. Ho deciso però di ributtarmi nella lettura saltando allegramente i volumi ma collegandomi al quarto della serie leggendo infatti Silence, il dodicesimo volume che ci ripresenta Lyn e la sua famiglia e, seppur accennata soltanto, Luna, entrambi terrestri e vecchi protagonisti. Mi aspettavo maggiore indignazione e invece... mi è piaciuto e anche molto. Rispetto a tutti libri che ho letto dell'autrice questo... è il migliore non solo per stile di scrittura (migliorato rispetto al passato) ma anche per storia e sviluppo. 
Vengono presentate nel libro due coppie. Una è formata da Nick e Seran, il suo Domino, una coppia già formata (che non so se è già comparsa in altri volumi non avendoli letti) che riesce a tenere alto il livello erotico del libro, mostrarci il loro amore e raccontarci un po' i dietro le quinte, ricordarci cosa sta succedendo ai Nalee, cosa succede ai ribelli, i problemi, la "burocrazia" ecc
La seconda o meglio... quella principale è formata da due personaggi che ho adorato. Da una parte abbiamo Silence, lo stesso Silence del quarto volume della serie, un ragazzo cresciuto nel dolore, con un passato di abusi e con dono tremendo, un ragazzo che vorrebbe soltanto morire, che non pensa di poter essere felice e desidera addormentarsi per sempre e abbandonare quella vita così crudele e meschina dall'altra Eranian che è la dolcezza fatta a persona ops... Nalee ed è l'ammmore, è dolce, tenero, supportivo e arriva a fare cose che altri Nalee non avevano mai fatto in passato e tutto per amore. Lui ama il compagno e questo amore lo vediamo in ogni gesto e parola, non ricorre alla prigionia erotica ma usa il dialogo, comunica con il suo compagno, è pazienze al limite della sopportazione umana ed è disposto a MORIRE e lasciar morire l'uomo che ama, lo mette infatti di fronte alla SCELTA, gli chiede di scegliere per la sua vita cosa che nessun Nalee ha mai fatto, è disposto a lasciare che l'amato si suicidi per poi seguirlo nella morte non potendo vivere senza di lui, dimostra di essere attento ai suoi bisogni, non lo obbliga con tutti i MLMLML a fare quello che vuole ma viene incontro al compagno decidendo ad esempio per la prima volta nella storia del suo popolo di essere lui l'uke della coppia e portare in grembo i loro futuri figli! Il rapporto tra i due è perfetto, dolce, divertente, erotico... è TUTTO. L'ho adorato. Nel corso del libro mi sono innamorata di entrambi e ho potuto recuperare alcuni dettagli della storia Nalee. Ci vengono infatti raccontate molte cose, lo stesso Eranian ricorda ad esempio la nascita della prigionia erotica parlando del primo "lupo" e del suo Domino, ricorda a che punto è la "trama" di tutta la serie, il filo conduttore di tutte queste novelle, ci mostra i dietro le quinte dei ribelli mostrandoci un ribelle che aiuta i Nalee a recuperare i talenti per poi assegnarli ai loro compagni rischiando la sua vita per questo e un po' tradendo il suo popolo... insomma... c'è molta carne al fuoco non solo per quanto riguarda i personaggi ma anche per la storia, tra tutti quelli che ho letto è quello che più mi sento di consigliare anche a chi magari la serie non la conosce... mi rendo conto che è un consiglio idiota, consigliare una serie partendo dal dodicesimo libro ma è spiegato tutto così bene che... nel mio caso, di tizia che non ricordava neanche il nome della razza, mi ha permesso di capire molte cose della cultura Nalee che in passato mi erano sfuggite, della sua storia e anche di vedere la prigionia erotica sotto un altro punto di vista... meno acido e inquietante. Mi sento di consigliarlo? Si... se cercate un m/m fantasy erotico che non rinuncia alla tenerezza (spesso anche molto smielata essendo Eranian una dolce fatina di zucchero) è perfetto e fa al caso vostro... vi consiglio in ogni caso di leggere almeno il quarto volume prima di questo essendo Luna, Lyn e Silence strettamente collegati e perdendo in caso contrario una piccola parte della magia. Una lettura interessante e che mi ha sorpreso positivamente!