Kizudarake no Hakoniwa - Maki Masaki

E... non so neanche che dire. Sembrava interessante e adorando lo stile del disegno della mangaka l'ho subito iniziato e... MEH.
La trama mi ha lasciato perplessa e non poco essendo parecchio confusa fin dall'inizio tanto che anche arrivando alla fine devo ammettere che mi sfugge completamente o quasi. I personaggi non sono caratterizzati per niente e a parte qualche dettaglio qua e là non abbiamo nulla di concreto. Il rapporto tra i due è fin da subito parecchio inquietante con Tizio che insegue Caio come uno stalker e cerca di bombarselo in ogni occasione e l'altro che invece di FARE QUALCOSA e ribellarsi subisce passivamente arrivando a... innamorarsi? Farsi violentare? Marchiare a forza di morsi e succhiotti? Boh... il fatto è che a parte il sesso non c'è nulla. Non c'è amore, momenti carini e di conoscenza genuina tra i due, momenti di complicità... NIENTE! Tutto si riduce a due che scopano già dalle prime pagine, con il seme super maniaco del controllo e che si lascia sfuggire frasi romanticissime che farebbero impallidire Federico Moccia... voglio dire... chi non vorrebbe sentirsi dire dal proprio amante "Non voglio più rinchiuderti soltanto. Voglio intrappolarti in un posto dove nemmeno l'aria entra"? Semplicemente INQUIETANTE. Non so neanche se consigliarlo o meno. le scene di sesso sono disegnate bene e anche erotiche ma... il contesto creepy... meh. Da leggere a vostro rischio e pericolo e da evitare in caso di persone suggestionabili o sensibili in quanto il rapporto così "particolare" tra i due potrebbe turbare e disgustare qualcuno.