My Little Vampire - Maki Masaki

Un manga adorabile e che mi ha colpito fin da subito. Lo stile della mangaka è fantastico con disegni curatissimi che lo rendono una piccola gioia per gli occhi. La storia fin dal primo momento è intrigante e con personaggi caratterizzati molto bene nonostante gli appena 5 capitoli.
Ci ritroviamo in un mondo nel quale i vampiri e gli umani vivono in pace, gli esseri umani hanno scoperto infatti come creare un sangue artificiale in grado di nutrire i vampiri e tenere a freno i loro istinti. Fin da piccoli i vampiri vengono inseriti nella società, nutriti con sangue artificiale ed educati in modo che non possano causare problemi e nonostante la diffidenza di alcuni umani (rimasti intolleranti alla presenza di un'altra razza tra loro) la convivenza tra le due specie è ormai pacifica. Il protagonista della storia è Raine, un uomo solitario e tormentato, dopo aver perso il suo compagno si sente solo, nulla sembra poter colmare il suo vuoto interiore e la sua vita sembra destinata all'oblio almeno fino a che non incontra in un orfanotrofio un tenero bimbo vampiro, Joel. Fin da subito il contatto tra i due è intenso, Raine sente un legame speciale con quel piccolino dagli occhi grandi e ai suoi occhi così simile a lui, così solitario, sente che come lui il vampiro è stato abbandonato e costretto a vivere da solo senza alcun aiuto, senza affetti, senza persone disposte ad insegnarli come integrarsi in un mondo così complesso e decide di prenderlo con se. Il rapporto con il piccolo è in un primo momento quello tra padre e figlio, Raine si sente bene per la prima volta dopo tanto tempo, prendersi cura di Joel gli permette di non pensare al passato e il calore e amore che sente per quel piccolo gli scalda il cuore e lo porta a sperare in un futuro più positivo, in cui finalmente potrà allontanarsi dai demoni del suo passato. Nonostante tutto all'uomo manca... qualcosa, ogni notte sente il freddo e il vuoto per l'abbandono dell'amato e ricerca quel calore tra le braccia di sconosciuti, uomini di cui non conosce il nome ma che possono almeno per un po' fargli dimenticare i suoi problemi e il suo vuoto. È però durante uno di questi incontri che Raine rimane ferito da un vampiro, Joel interviene per salvarlo e da quel momento... i due dovranno fare i conti con i sentimenti che li legano ormai da tempo, con quel legame che si è trasformato sempre di più in qualcosa di molto diverso dall'amicizia, un legame che si è trasformato in un amore dolce e tenero, in grado di scaldare il cuore e lo spirito di entrambi. Ho adorato il modo in cui la mangaka ci presenta i personaggi, il modo in cui il loro rapporto ci appare fin da subito puro e indissolubile, un amore che proprio per la sua forza spaventa entrambi. Da una parte infatti abbiamo Joel, giovane ed inesperto, un grande bambinone che ancora non sa come approcciarsi al suo compagno e non riesce ad esprimere a parole l'amore che prova non avendolo mai sperimentato in vita sua ed è spaventato perchè sente di non poter esprimere correttamente quello che prova, spaventato dall'idea di essere troppo "piccolo" e "sbagliato" per il compagno dall'altra abbiamo Raine, un uomo che sa benissimo cosa sia l'amore avendolo sperimentato in prima persona ma proprio per questo è terrorizzato, ha capito fin dal primo momento che Joel ha subito un abbandono in passato, che è stato lasciato da solo e consapevole dei suoi limiti umani, del suo destino mortale vorrebbe solo rimanere suo amico e "padre", lotta con tutte le forze contro quei dolci sentimenti per paura di soffrire e far soffrire il compagno sapendo cosa significa perdere qualcuno di importante e sapendo che tra pochi anni Joel sarà costretto a rivivere il suo stesso trauma e a piangere proprio come lui su una lapide. Il rapporto tra i due quindi è commovente e straziante ma anche tenerissimo, Joel è un piccolo fiorellino e vederlo timido e imbarazzato e incapace di esprimere fino in fondo i suoi sentimenti mi ha commosso ma mai... quanto Raine e il suo goffo tentativo di fuggire e proteggere il suo amore. Joel e Raine sono meravigliosi insieme e per tutta la lettura non ho fatto altro che sospirare come una cretina, soprattutto per il finale, vedere il cambiamento di Raine e come il buio e la notte non siano più per lui fonte di dolore e vuoto ma un momento che quasi assapora con gioia perchè potrà riscaldarsi tra le braccia dell'uomo che ama e trovare la pace è... AWWW la dolcezza <3. Ovviamente non è tutto oro quello che luccica e... ci sono dei piccoli difetti, ammetto infatti che per dare il meglio di se questa storia avrebbe dovuto essere divisa in almeno 2 volumi o avere anche solo 2-3 capitoletti in più, mancano infatti molte parti fondamentali ad esempio un capitolo sul passato di Joel e su come sia finito in un orfanotrofio, qualche dettaglio su Raine e il suo ex compagno, qualche dettaglio o scenetta extra di Joel alle prese con la società umana e il suo razzismo verso i vampiri ecc molte parti potevano essere curate meglio e spiegate diversamente, la stessa scelta di far diventare di colpo Joel adulto così, dopo aver succhiato il sangue di un Raine moribondo beh... l'ho trovata una forzatura, essendo una amante dello slow burn avrei preferito che fosse diventato adulto in più capitoli, gradatamente, per permettere anche di mostrarci il completo sviluppo dei sentimenti tra i due e capire i pensieri di entrambe le parti, sono insomma state fatte alcune scelte un po' azzardate e ridurre la storia in un volume striminzito ha rovinato in parte l'atmosfera. La stessa componente paranormal passa in secondo piano e se non ci venisse detto ogni tre per due che Joel è un vampiro beh... non ce ne accorgeremo e questo è... male! Un manga quindi che può deludere le aspettative dei più esigenti, quelli che cercano più dettagli, che desiderano un ambiente descritto in modo accurato, una società ben rappresentata e non solo accennata ecc qui ahimè troviamo giusto un accenno al mondo circostante per poi concentrarsi esclusivamente sui due amanti, una scelta azzardata che rende di conseguenza il volume consigliato solo agli amanti del fluff, che cercano una storia dolce e romantica, con elementi smut e con piccolissimi accenni angst (e mai troppo drammatici) senza però aspettarsi un background troppo marcato e in caso contrario... potete trovare manga con componenti paranormal gestite meglio e una storia più coinvolgente senza alcun dubbio...