Kuzu Seito to Stalker-sensei - Kasui

Ammetto che la mia prima reazione una volta iniziata la lettura non è stata delle migliori in quanto mi sembrava di essere di fronte all'ennesimo manga di dubbio gusto, con il professore stalker creepy che pur di legare a se la sua crush, il suo ammmore decide di andarci a letto approfittando del suo status alterato dall'alcool e in seguito ricattarlo con foto imbarazzanti,per accusarlo di molestie sessuali e con la minaccia velata di farlo espellere dalla scuola. Una relazione insomma "sanissima" nata con le migliori delle intenzioni e invece... mi è bastato continuare a leggere per immergermi in una vicenda più profonda e una storia meno scontata di quello che mi aspettass. Vi si è sì la parte del ricatto ma questi non è altri che una piccola molla per spingerci a vedere oltre le apparenze e conoscere meglio i personaggi e le loro intenzioni e motivazioni. Dapprima siamo portati a provare quasi pena per Mizutani, vedendolo come una "povera" vittima innocente, Kuriyama di fatto con il suo comportamento e il suo atteggiamento stronzetto sembra il cattivo ma ben presto scopriamo che la realtà è un'altra e veniamo a conoscenza della vera natura dei personaggi entrando nel loro mondo e scoprendo i loro pensieri e le loro paure. Il ventinovenne Mizutani è tutt'altro che un beato angelico, è in realtà un uomo che ha sempre vissuto la sua vita fregandosene degli altri, anche sul lavoro non si è mai fatto scrupoli a ferire e ingannare gente innocente, senza preoccuparsi delle conseguenze, se queste persone avrebbero perso il lavoro, la famiglia e i propri soldi, ha sempre vissuto sopra le righe, senza veri e propri affetti e con un solo amico, si è iscritto alla scuola per perdere il suo tempo, alla ricerca di qualcosa che neanche lui ancora conosce, in fuga da se stesso ma allo stesso tempo senza la forza di mettere in discussione se stesso e le proprie azioni preferendo giocare al teenager e flirtando con le ragazze o comportandosi come qualsiasi altro studente. L'incontro con Kuriyama quindi lo destabilizza, l'uomo, più giovane di lui di qualche anno non è un insegnante creepy e inquietante, scontroso e arrogante bensì una persona fragile e timida che non ha il coraggio di mostrare se stesso e che aveva incontrato Mizutani tempo prima a una delle tante conferenze di quest'ultimo ed era rimasto colpito dalle sue parole e dai suoi consigli, di non farsi abbattere e preoccuparsi del suo carattere, di non aver paura di non piacere agli studenti ma di continuare per la sua strada, condividendo con il mondo la sua passione e mettendoci il cuore fino alla fine. Kuriyama è rimasto colpito a tal punto da quel dolce consiglio, così forte e sincero e disinteressato che si è innamorato, del carisma, della passione per quel ragazzo che neanche conosceva, un amore a prima vista, travolgente, che lo ha spinto a fare una follia, a rischiare la carriera pur di poter passare del tempo con Mizutani, per conoscerlo davvero e capirlo, per stare al suo fianco e nutrirsi ancora della sua forza vitale e dei suoi consigli. Il dolce professore prova amore e soprattutto STIMA per lui ed è proprio questo che distrugge il mondo di Mizutani. Il delinquente è sempre stato odiato e disprezzato, nessuno ha mai avuto il coraggio di capirlo davvero e quelle poche persone che si sono avvicinate a lui si sono ritrovate tradite e ferite, vedere quel timido professore un po' tsundere esprimere il suo amore e la sua fiducia, la sua totale e incondizionata stima nei suoi confronti lo sconvolge, proprio lui che non ha avuto il minimo scrupolo a pugnalare alle spalle lo stesso padre di Kuriyama si ritrova imprigionato per la prima volta nella sua stessa rete, è costretto per la prima volta a guardarsi allo specchio rendendosi conto della sua meschinità e crudeltà. Ho amato il mondo in cui l'amore del professore riesce a distruggere le catene che legano Mizutani al suo passato, al suo vecchio io per portarlo a creare una persona nuova, una persona che mantenendo il suo caratterino e lingua lunga per la prima volta si sente amata e desidera non ferire gli altri, senza essere costretto a ricorrere a qualsiasi mezzo per sopravvivere, un uomo che vuole amare ed essere amato, essere apprezzato e stimato per quello che è. Il rapporto tra i due è delicato, dopo l'inizio un po' di dubbio gusto non abbiamo scene di violenza o ricatti più gravi come in altri manga, il professore stesso non fa pressioni per stare con lui, quasi lo evita, si avvicina per proteggerlo e consigliarlo in modo timido ed impacciato, lasciando che sia lo studente a condurre i giochi e ad un certo punto consapevole del suo errore, del suo ricatto, decide di rimuovere le fotografie incriminate dal suo telefono per dare una scelta al suo innamorato, per dargli per la prima volta in vita sua UNA SCELTA, di lottare per il loro amore o arrendersi e scappare via. Mi è piaciuto il modo in cui i personaggi vengono descritti come in poche pagine venga raccontata una storia interessante e coinvolgente, realistica e verosimile che si rivela ben presto molto dolce e piena di amore e speranza per il futuro. Un manga che contro ogni mia aspettativa mi ha emozionato. Mi sento di consigliarlo a chi cerca una lettura intensa senza cadere nel dramma e nell'angst pesante e cerca dei personaggi interessanti e ben caratterizzati e ovviamente...l'immancabile happy ending