Koe wa Shite Namida wa Mienu Nure Karasu - Unohana

Un manga dolce, coinvolgente ed interessante. Mi è piaciuto molto il realismo con cui è narrata l'intera vicenda e che dimostra come non bisogna per forza creare un "mondo fantasy" e situazioni assurde al limite del credibile per stupire ed emozionare il lettore. I personaggi sono realistici, Rin e il compagno non sono eroi senza macchia e senza paura ma giovani come tanti altri, con pregi e difetti e si avvicinano e innamorano spontaneamente. Non troviamo situazioni spericolate presenti in altri BL, incontri mozzafiato quanto irrealistici del tizio Caio che lascia cadere il portafoglio che gli viene riconsegnato dal barbone di cui si innamora che si riscopre in realtà non un vero barbone ma un principe che lo sposa e porta a regnare sul regno di Lasagna Land bensì... la normalità, due giovani vicini di casa che si incontrano e piano piano iniziano ad avvicinarsi sempre di più, ad aprirsi, in un primo momento solo con un Ciao per poi discutere e parlare, due ventenni che con pochi semplici gesti si mettono a nudo, nei loro pregi e difetti, parlando della propria vita, paura e sogni e...si innamorano, scoprendo i dolci sentimenti che li legano, senza farsi prendere dalla classica paranoia del "Sono gayosamente etero OMGGGG, chiamate un esorcista, non è possibile che sia gay se mia piace la patatonza ahhhh!!". Mi è piaciuto molto vedere come la Unohana non sia caduta in cliché banalissimi e vecchi come il mondo ma che sia riuscita a creare una storia semplice e allo stesso tempo molto complessa, una storia di amore, amicizia e legami familiari, con personaggi autentici e con una vita normale, questo fa in modo che il lettore rimanga concentrato sulla storia e allo stesso tempo riesca ad empatizzare vivendo come i due innamorati esperienze di tutti i giorni e comuni, cose che posso succedere anche nella realtà (anche se nel mio caso il vicino fighissimo che si allena, super sudato e sexy me lo scordo... sigh sigh). Mi è piaciuto vedere il dolce Seiji, con quel sorriso contagioso riuscire ad entrare nel cuore di Rin, un ragazzo chiuso e solitario, un po' Tsundere e visto da tutti come un asociale, un giovane ferito dal passato, dal rapporto con il padre ormai defunto, un rapporto che ancora ricorda con sofferenza e rimpianto, rendendolo freddo e distante per paura di soffrire e mostrare la sua fragilità, di essere guardato con pietà. Un manga interessante e che mi sento di consigliare a chi cerca una lettura dolce, realistica, ben scritta e con bei personaggi.